Rapporto di lavoro

Jobs act, riordino dei contratti in stand by

di Giorgio Pogliotti

Continua il braccio di ferro con la Ragioneria dello Stato sul Dlgs di riordino dei contratt i. Il tavolo tecnico di ieri pomeriggio con gli esperti di Palazzo chigi, del ministero del Lavoro e del Mef non è servito a sbloccare la partita, con il risultato che il terzo decreto attuativo del Jobs act approvato dal consiglio dei ministri lo scorso 20 febbraio resta fermo, in attesa di essere inviato alle Camere per i pareri. ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?