Contratti di lavoro

Pressing per la semplificazione del «contratto di mestiere»

di Claudio Tucci

Prevedere “finestre” di verifica del percorso formativo (per poter recedere dal rapporto, se l’esito è negativo). Azzeramento degli oneri contributivi, anche per le imprese con più di 10 dipendenti. Eliminazione delle clausole di stabilizzazione di apprendisti (20%) per poterne assumere di nuovi, introdotte dalla legge Fornero e ritoccate (ma non abrogate) dal dl Poletti di marzo 2014. Il “contratto di mestiere”, cioè il secondo livello di apprendistato, va semplificato. Specie per renderlo competitivo con il decollo del ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?