Contratti di lavoro

La contrattazione collettiva non annulla la chiamata

di Mauro Marrucci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La contrattazione collettiva non può pregiudicare il ricorso al contratto di lavoro a chiamata (o intermittente) per le ipotesi previste dalla legge. Lo afferma il parere 17 dicembre 2014, n. 7, con cui la Fondazione studi dei Consulenti del lavoro ha ricostruito il quadro normativo.L’articolo 34 del Dlgs 276/03, rinvia all'ambito negoziale prevedendo che il contratto di lavoro intermittente può essere concluso «per lo svolgimento di prestazioni di carattere discontinuo o intermittente, secondo le esigenze ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?