Contratti di lavoro

Il contratto a termine per ragioni sostitutive

di Alberto Bosco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Una delle motivazioni tra quelle che, più di frequente, inducono le imprese a ricorrere all'istituto del contratto a termine è rappresentata dalle cosiddette “ragioni sostitutive”, ossia dalla necessità di far fronte alla momentanea assenza del dipendente che è “titolare” del posto di lavoro mediante l'ingresso temporaneo di un altro lavoratore. Il legislatore agevola tale situazione ricollegandovi alcune specifiche esenzioni rispetto alle regole che sono normalmente vigenti. Iniziando la nostra analisi dall'abolizione dell'obbligo di indicare le causali, avvenuta per opera ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?