Contrattazione collettiva

Welfare e premi di risultato rafforzano il secondo livello

di Giampiero Falasca

Nel periodo successivo all’attuazione del Jobs Act le relazioni industriali hanno vissuto fasi alterne. Se guardiamo al livello più strettamente politico, è mancata una visione complessiva, da parte del Governo, del modello cui ispirare i rapporti con le parti sociali. Prima dell’approvazione definitiva della riforma, il Governo ha volutamente abbandonato il tradizionale metodo della concertazione, rifiutando qualsiasi negoziazione preventiva con le parti sociali sul testo della riforma. Dopo questo strappo iniziale, e dopo l’approvazione dei decreti attuativi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?