Contrattazione collettiva

Più spazio ai contratti aziendali

di Giorgio Pogliotti

Più peso alle prestazioni di welfare che rappresentano quasi metà della retribuzione del contratto nazionale. Premi di risultato realmente variabili, in funzione dei risultati conseguiti in azienda, e non più determinabili a priori. Assorbimento nei minimi contrattuali degli incrementi retributivi individuali e degli aumenti fissi collettivi previsti dalla contrattazione aziendale, per evitare che vengano pagati due volte dall’impresa. Nell’ipotesi di contratto nazionale dei metalmeccanici 2016-2019 firmato sabato scorso da Federmeccanica e Assistal con tutti i sindacati di categoria, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?