Contrattazione collettiva

ccnl Metalmeccanici Artigiani

di Rossella Quintavalle

LA DOMANDA Una società che applica il ccnl Metalmeccanici Artigiani, attività di fabbro, giornalmente invia parte del suo personale operaio a lavorare presso cantieri dei clienti per la posa in opera di quanto prodotto in officina. Sulla lettera di assunzione è stato specificato come "luogo di lavoro" la sede della società e i cantieri dei clienti. Possono essere considerati trasfertisti questi operai? Non essendo regolata nel ccnl in parola la figura del "trasfertista", che tipo di retribuzione aggiuntiva deve essere erogata? E come deve essere trattata ai fini della tassazione e contribuzione? Si desidera sapere anche se è corretto rimborsare a piè di lista (esentasse) le spese di vitto sostenute nei giorni in cui si recano nei cantieri.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?