Contrattazione collettiva

Risarcimento danni e dimissioni (ctr. TI)

di Callegaro Cristian

LA DOMANDA Un dipendente si dimette per giusta causa: non ha percepito la retribuzione di un unico mese. Il CCNL (piloti di elicottero) indica espressamente all'art. 33 la possibilità di risolvere immediatamente e senza preavviso il rapporto di lavoro in caso il dipendente non abbia ricevuto la retribuzione (è specificatamente utilizzata la parola retribuzione al singolare) nei termini previsti. Il datore di lavoro oltre a contestare la giusta causa richiede in sede giudiziale al dipendente il risarcimento danni per il costo affrontato per l'assunzione di un nuovo pilota. 1. Considerato il tenore letterale del CCNL sussiste la giusta causa? 2. E' legittima la richiesta di risarcimento danni in caso di dimissioni nel contratto a tempo indeterminato?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?