Contrattazione collettiva

Limite numerico stipula contratti a termine

di Rossella Quintavalle

LA DOMANDA Si chiede parere su come operi il limite numerico alla stipula dei contratti a termine nel caso di una Società che svolga diverse attività e che applichi ai dipendenti due differenti contratti collettivi: il C.C.N.L. Igiene Urbana – Aziende private (che prevede la possibilità di stipulare contratti a termine nel limite del 12% del totale del personale inquadrato dal livello 1 al livello 5 e l’8% del totale del personale inquadrato dal livello 6 al livello 8) ed il C.C.N.L. Edilizia Industria (che prevede il più elevato limite del 25% rispetto ai lavoratori a tempo indeterminato). E’ corretto valutare il rispetto di siffatti limiti separatamente per le singole attività o bisogna fare riferimento all’intera posizione aziendale?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?