Contenzioso e giurisprudenza

L’errore grave giustifica il licenziamento

di Mariano Delle Cave

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Se vi è gravità dell’errore, il dipendente può essere licenziato: ravvisandosi, quanto meno, un ipotesi di giustificato motivo soggettivo. Sulla base di questo principio, è stato dichiarato legittimo dai giudici di appello e confermato con la sentenza della Cassazione del 31 ottobre 2014, numero 23209, il licenziamento di un’infermiera di una struttura ospedaliera che aveva somministrato a un degente un farmaco coagulante in dose dieci volte superiore a quella indicata per la terapia. E ciò aveva provocato un’emorragia celebrale ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?