Contenzoso e giurisprudenza

È sempre grave l’assenza ingiustificata

di Massimiliano Biolchini e Edoardo Maria Ceracchi

L’assenza ingiustificata non può ritenersi meno grave per il fatto che il datore di lavoro abbia demansionato il dipendente, anche con una completa inattività del lavoratore stesso. Questo principio è stato affermato dalla Corte di cassazione, con sentenza 6260/2016, relativa alla vicenda di una lavoratrice privata di ogni effettiva mansione per oltre un anno. Durante tale periodo la dipendente si è assentata senza giustificazione per complessivi 12 giorni, di cui 9 lavorativi. La Suprema corte ha ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?