Contenzoso e giurisprudenza

In una causa per demansionamento lavoratore e azienda devono provare le rispettive tesi

di Enrico De Luca e Stefania Raviele

La Corte di cassazione, con la sentenza 25780/2015, ha affermato che, in tema di demansionamento, il lavoratore ha l'onere di allegare gli elementi di fatto significativi circa l'inesatto adempimento da parte del datore di lavoro all'obbligo di adibizione a mansioni corrispondenti alla categoria e qualifica di appartenenza, mentre il datore di lavoro deve provare il corretto esercizio dello ius variandi ai sensi dell'articolo 2103 del Codice civile, secondo l'orientamento fornito dalle Sezioni unite (pronuncia 13533/2001).Nel caso specifico lavoratore assunto ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?