Contenzioso e giurisprudenza

L’investigatore privato può controllare il dipendente ma non durante il lavoro

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

È legittimo il licenziamento per giusta causa intimato al lavoratore sul presupposto di assenze ingiustificate dal lavoro il cui accertamento sia stato acquisito tramite agenzia investigativa, posto che l'attività di vigilanza non si riferiva all'attività lavorativa vera e propria. Precisa, in questo senso, la Corte di Cassazione (sentenza 8373/2018 ) che il ricorso all'attività investigativa esterna è impedito nel caso in cui l'agenzia abbia sconfinato in un controllo sullo svolgimento della prestazione lavorativa, laddove è da considerarsi legittimo se ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?