Contenzioso e giurisprudenza

Al dipendente basta la busta paga su supporto informatico per opporsi al passivo del datore

di Salvatore Servidio

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di Cassazione, con ordinanza 14 marzo 2018, numero 6254, ha accolto il ricorso di un dipendente di una società di capitali contro il decreto del tribunale che aveva a sua volta accolto parzialmente l'opposizione per insinuazione allo stato passivo presentata dal dipendente stesso, il quale riteneva di vantare un credito nei confronti della datrice di lavoro per una somma maggiore di quella ammessa dal giudice. Il dipendente aveva presentato in giudizio, come prova della ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?