Contenzioso e giurisprudenza

Il diritto alla reintegra non scompare con le tutele crescenti

di Daniela Fargnoli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Il diritto alla reintegrazione sul posto di lavoro non scompare con le tutele crescenti. La giurisprudenza, infatti, ha individuato una lunga lista di casi nei quali, anche dopo l'approvazione del d.lgs. 23 del 2015, continua ad applicarsi la tutela “forte”.Il caso più evidente è quello del licenziamento ritorsivo. Il Tribunale di Roma, in presenza di un licenziamento intimato come ritorsione alla decisione del lavoratore di impugnare alcune sanzioni disciplinari, ha condannato l'azienda a reintegrare il dipendente (Trib. Roma, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?