Contenzioso e giurisprudenza

La fusione assorbe i superminimi

di Angelo Zambelli

Con la sentenza4533/2018 pubblicata ieri la Corte di cassazione interviene su una peculiare vicenda verificatasi a seguito della fusione per incorporazione di un istituto di credito nella banca protagonista della controversia. Dai fatti di causa emerge che un lavoratore del predetto istituto beneficiava, presso l’incorporata, di un assegno ad personam non più corrisposto successivamente alla fusione in quanto “assorbito” nel trattamento economico, complessivamente più favorevole, al medesimo garantito dalla banca incorporante. L’assorbimento così operato veniva però considerato illegittimo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?