Contenzioso e giurisprudenza

La direttrice della sala bingo deve verificare l'invio dei dati gioco

di Angelo Zambelli

La dipendente di una sala bingo, con mansioni di caposala, è stata licenziata per non aver trasmesso per circa due settimane i dati di gioco al centro di controllo istituito presso il ministero delle Finanze, nonché per essersi appropriata di mance destinate a tutti i dipendenti. Impugnato il licenziamento, il giudice di primo grado ne ha dichiarato l'illegittimità ritenendo gli addebiti non provati.Con riferimento, in particolare, alla mancata trasmissione dei dati di gioco, il tribunale ha ritenuto che ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?