Contenzioso e giurisprudenza

Per i «collettivi» niente repêchage

di Serena Fantinelli e Uberto Percivalle

Nei licenziamenti collettivi non esiste in capo al datore di lavoro alcun obbligo legale di repêchage, e l’eventuale impegno assunto dallo stesso in sede di accordo sindacale, volto a favorire la ricollocazione dei lavoratori coinvolti dalla procedura, ha «natura meramente contrattuale»: la sua eventuale violazione non costituirà quindi una violazione dei criteri di scelta o della procedura stessa. È quanto chiarito dalla Corte d’appello di Milano che, con sentenza n.131/2017 (Presidente Laura Trogni, Cons. Relatore Carla Bianchini), chiamata a ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?