Contenzioso e giurisprudenza

Termine presentazione ricorso giudiziale

Di Liberto Marco

LA DOMANDA Il lavoratore impugna il licenziamento entro i 60 giorni successivi alla notifica del recesso, avvalendosi del sindacato. L'Impresa propone un'offerta conciliativa. Trascorsi due mesi di silenzio, l'azienda contatta il sindacato per capire se il lavoratore accetta o meno la proposta di cui sopra. Il sindacato risponde che il lavoratore ha revocato il mandato di rappresentanza affidatogli, rivolgendosi ad uno Studio legale. Trascorrono altri due mesi ed il lavoratore notifica, attraverso lo studio legale, l'atto di citazione in giudizio. Ci si chiede se il lavoratore ha agito nel rispetto dei termini di impugnazione o se non avendo depositato ricorso entro i 60 giorni successivi al mancato accordo, le sue pretese sono cadute in prescrizione

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?