Contenzioso e giurisprudenza

Cambio residenza non comunicato, valido il recesso al vecchio indirizzo

di Angelo Zambelli

La sentenza 22295/2017 della Corte di cassazione si segnala per la valenza quasi “moralizzante” che assume rispetto all’atteggiamento di alcuni lavoratori che non solo si mostrano inadempienti rispetto agli obblighi contrattuali, ma provano anche a trarre vantaggi dalle proprie mancanze.La vicenda verte principalmente sull'interpretazione degli obblighi di comunicazione previsti dall'articolo 3 del Ccnl metalmeccanici, il quale - dopo aver disposto che all’atto dell'assunzione i lavoratori debbano produrre un certificato di residenza di data non anteriore a tre mesi - ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?