Contenzioso e giurisprudenza

La rinuncia al comporto va provata dal lavoratore

di Angelo Zambelli

Con la sentenza n. 16392, deposita il 4 luglio 2017, la Cassazione compone un contrasto formatosi nella giurisprudenza di legittimità sul licenziamento per superamento del periodo di comporto e, in particolare, circa la possibilità che il datore riammetta in servizio il lavoratore che ha superato il comporto, per poi licenziarlo trascorso un certo lasso di tempo. Sul punto appare consolidato il principio per cui, «fermo restando il potere datoriale di recedere non appena terminato il periodo suddetto, e quindi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?