Contenzioso e giurisprudenza

Per giustificare il licenziamento economico non è sufficiente la ricerca di maggior profitto

di Massimiliano Biolchini e Serena Fantinelli

La Corte di cassazione, con l'ordinanza 14871/2017, interviene ancora su un caso di licenziamento economico, e segna un punto a favore di quel più rigoroso orientamento giurisprudenziale secondo il quale nella nozione di giustificato motivo oggettivo di licenziamento è riconducibile anche l'ipotesi del riassetto organizzativo dell'azienda attuato “al fine di una più economica gestione di essa”, ma solo se deciso dall'imprenditore “non semplicemente per un incremento del profitto, ma per far fronte a sfavorevoli situazioni, non meramente contingenti”, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?