Contenzioso e giurisprudenza

Deroga al contratto solo se in favore del dipendente

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Comportamenti disciplinarmente rilevanti posti in essere dal lavoratore e suscettibili, alla luce della previsione dell’articolo 2106 del codice civile, di integrare gli estremi della giusta causa o del giustificato motivo soggettivo di licenziamento non possono giustificare la sanzione massima espulsiva nel caso in cui il contratto collettivo, in relazione a quegli stessi comportamenti, abbia previsto unicamente sanzioni conservative. Precisa, in questo senso, la Corte di cassazione (sentenza 11027/2017) che ove l’autonomia collettiva, recepita dalle parti nel contratto individuale ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?