Contenzioso e giurisprudenza

Alle vittime di estorsione e usura termini sospesi per le ritenute Inps

di Matteo Prioschi

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La sospensione dei pagamenti prevista in favore delle vittime di estorsione e usura vale anche per le ritenute previdenziali operate sugli stipendi dei dipendenti. Con la sentenza 22286/2017 , la Cassazione ha ribaltato il giudizio espresso in primo e secondo grado dal tribunale di Bergamo e dalla Corte d’appello di Brescia, ritenendo «manifestamente illogica» la relativa motivazione. L’amministratore di una azienda, per un certo periodo, non ha versato all’Inps le ritenute previdenziali e assistenziali sulle retribuzioni dei dipendenti, per ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?