Contenzioso e giurisprudenza

Obbligo di «repechage» su tutte le mansioni di pari inquadramento

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Ad avviso del Tribunale di Milano l’obbligo di “repechage” che incombe sul datore di lavoro, il quale intenda procedere al licenziamento per giustificato motivo oggettivo di uno o più dipendenti, risulta più rigoroso dopo le modifiche alla disciplina dell’articolo 2103 del codice civile introdotte dall’articolo 3 del Dlgs 81/2015 (decreto sul riordino delle tipologie contrattuali attuativo del Jobs Act). Quest’ultima disposizione, come rimarcato dal Tribunale di Milano (sentenza n. 3370 del 16 dicembre 2016), ha comportato il superamento della ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?