Contenzioso e giurisprudenza

Critiche all’azienda legittime se corrette e per fatti veri

di Angelo Zambelli

È legittimo criticare aspramente il datore di lavoro, purché i fatti narrati corrispondano a verità e le espressioni utilizzate rimangano nell’ambito della correttezza e della civiltà. Così ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza n. 996 depositata il 17 gennaio 2017, la ha dichiarato illegittimo il licenziamento intimato ad una lavoratrice accusata di aver posto in essere un comportamento diffamatorio nei confronti del proprio datore di lavoro, avendo la stessa indirizzato alla Procura della Repubblica e al ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?