Contenzioso e giurisprudenza

Contestazione dopo le verifiche

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Anche in presenza di una disposizione del contratto collettivo nazionale di lavoro che stabilisca un termine massimo per l’avvio della contestazione di addebiti, il principio di tempestività va inteso in senso relativo. Lo ha chiarito la Cassazione con la sentenza 50/2017 , affermando che la tempestività della contestazione disciplinare va valutata non con riguardo all’astratta conoscibilità del comportamento inadempiente del lavoratore, ma in relazione alla successiva conoscenza acquisita in concreto dopo i necessari accertamenti istruttori. Ciò, ad avviso della ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?