Contenzioso e giurisprudenza

Licenziamenti economici, per il datore l'onere di indicare eventuali mansioni non equivalenti

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Nel caso di un licenziamento motivato con la soppressione del posto di lavoro, il datore di lavoro, in presenza di altre posizioni aziendali disponibili, sia pur di contenuto professionale inferiore, ha l'onere di prospettare al lavoratore la possibilità di essere utilizzato in tali mansioni non equivalenti quale alternativa al programmato recesso datoriale. La Corte di cassazione ha affermato questo principio con la sentenza n. 26467 deposita il 21 dicembre 2016, nella quale ha rimarcato che, al fine ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?