Contenzioso e giurisprudenza

Timbra il cartellino e poi se ne va via, recesso confermato

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Risulta legittima e proporzionata la misura sanzionatoria del licenziamento disciplinare, preceduta dal provvedimento di sospensione, irrogata nei confronti del pubblico dipendente assentatosi dal servizio dopo aver fatto risultare in modo fittizio la sua presenza attraverso la timbratura del cartellino marcatempo. La Cassazione è pervenuta a questa decisione nel caso del dipendente di un’azienda sanitaria locale. Il lavoratore, a quanto si evince dalla sentenza 17637 depositata ieri, dopo aver effettuato la timbratura del cartellino all’atto di entrare nella struttura ospedaliera, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?