Contenzioso e giurisprudenza

Le competenze limitano il repêchage

di Aldo Bottini

Due recenti sentenze della Cassazione (4509/2016 e 9467/2016) sono intervenute sul tema dell’obbligo di repêchage nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo, giungendo a conclusioni apparentemente contrastanti. Entrambe danno per scontata la consolidata costruzione giurisprudenziale dell’obbligo di repêchage, che fa carico al datore di lavoro di provare, oltre al venir meno dell’utilizzabilità del lavoratore nelle mansioni assegnate, anche l’impossibilità di un suo diverso utilizzo nell’ambito aziendale. Ed entrambe si pongono il problema se tale diverso utilizzo possa riguardare anche mansioni ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?