Contenzioso e giurisprudenza

Sciopero illegittimo se il lavoratore resta remunerato

di Uberto Percivalle e Lorenzo Zanotti

La Cassazione, con sentenza 1350 del 26 gennaio 2016 , ha ribadito che il diritto di sciopero non può essere invocato per giustificare il rifiuto di una sola parte dei propri compiti, consistente nella sostituzione, dovuta contrattualmente, di un collega assente. Assimilando tale comportamento al cosiddetto sciopero delle mansioni, i giudici hanno ritenuto che tale comportamento travalicasse il legittimo esercizio di sciopero, risolvendosi in un inadempimento contrattuale del lavoratore. Nel caso di specie, il lavoratore era stato sanzionato dall’azienda ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?