Contenzioso e giurisprudenza

Rapporto di lavoro gratuito tra conviventi solo se c’è effettiva compartecipazione alla vita della famiglia di fatto

di Silvano Imbriaci

Nell'ambito dei rapporti di lavoro intercorsi tra conviventi more uxorio deve essere esclusa l'esistenza di un contratto a prestazioni corrispettive soltanto in presenza di una comunanza di vita e di interessi tra conviventi e cioè della finalità solidaristica intesa come aspettativa di conseguire per effetto della relazione instaurata, un incremento indiretto della situazione patrimoniale della famiglia di fatto e un accresciuto benessere di vita derivante dalla comune attività. Nell'ambito dei temi legati al rapporto di lavoro tra familiari, circa ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?