Contenzioso e giurisprudenza

Legittimo il criterio dell'anzianità nei licenziamenti collettivi

di Massimiliano Biolchini e Serena Fantinelli

Nei licenziamenti collettivi è legittimo e non discriminatorio il criterio unico basato sull’età. Lo ha stabilito la Cassazione, con la sentenza 22914/2015, chiamata a valutare la legittimità della scelta, contenuta nell’accordo sindacale, per procedere alla riduzione della forza lavoro, consistente nella maggiore vicinanza al pensionamento. Un lavoratore ha promosso ricorso ritenendo che dovesse essere ritenuto discriminatorio e quindi nullo il licenziamento basato esclusivamente sull’età anagrafica dei dipendenti, perché in aperto contrasto con l’articolo 15 della ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?