Contenzioso e giurisprudenza

Il tempo non rilevante salva dall’uso personale della mail

di Adriano Moraglio

È illegittimo il licenziamento di un dipendente accusato di utilizzo personale della casella di posta elettronica e della navigazione in Internet se non ha sottratto al lavoro una quantità di tempo rilevante. Lo ha deciso la Corte di cassazione con la sentenza n.22353/2015 depositata ieri. La decisione ha confermato i giudizi espressi in precedenza prima dal Tribunale di Lanciano e poi dalla Corte d’appello dell’Aquila. La Cassazione ha sostanzialmente ribadito quanto emerso nel giudizio di secondo grado e ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?