Contenzioso e giurisprudenza

La trasformazione del contratto giustificata solo da effettive ragioni oggettive

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La sentenza 21875/15 della Corte di cassazione depositata ieri è particolarmente interessante perché mette in relazione il “divieto di licenziamento” posto dall'articolo 5 del Dlgs 61/2000 (oggi abrogato e riprodotto dall'articolo 8 del Dlgs 81/2015) a tutela del lavoratore che rifiuti di trasformare il proprio rapporto da tempo pieno in part time, o viceversa, con il diritto del datore di lavoro, nell'esercizio delle proprie prerogative imprenditoriali, di poter procedere ad un licenziamento per giustificato motivo oggettivo in presenza di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?