Contenzioso e giurisprudenza

L’inottemperanza all’ordine di reintegrazione non costituisce reato

di Alberto De Luca, Stefania Raviele

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Con la sentenza 2 aprile 2015, n. 6777, la Sezione Lavoro della Corte di cassazione ha confermato che l'inottemperanza all'ordine di reintegrazione (se emesso nell'ambito di un procedimento cautelare) non integra la fattispecie di reato di cui all'articolo 388, comma 2, cod. pen., ciò escludendo altresì la risarcibilità del conseguente danno morale ex art. 2059 cod. civ. Tale principio è stato, in particolare, riaffermato nella fattispecie che di seguito si ripercorre nel dettaglio. Il lavoratore ricorrente in primo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?