Contenzioso e giurisprudenza

Obbligo di assunzione di centralisti non vedenti: prova dei fatti impeditivi a carico del datore di lavoro

di Silvano Imbriaci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Ai fini dell'assunzione del centralinista non vedente, secondo quanto disposto dalla legge 29 marzo 1985, n. 113 (articoli 1-5), il lavoratore è tenuto a dimostrare solamente il possesso dell'iscrizione nell'albo professionale dei centralinisti telefonici privi della vista, nonché la sussistenza dell'atto di avviamento al lavoro, spettando invece al datore di lavoro l'eventuale contestazione (e relativa prova) degli altri elementi indicati dalla legge per l'avviamento al lavoro, quali, ad esempio, la natura dell'impianto telefonico o del centralino, ai fini ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?