Contenzioso e giurisprudenza

Nel patto di prova è sufficiente indicare la categoria

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di cassazione con la sentenza 665 del 16 gennaio afferma che è sufficientemente determinato il patto di prova formulato nella lettera di assunzione attraverso il mero rinvio al contratto collettivo e all'indicazione della prima categoria di “operaio generico” quale inquadramento del lavoratore. Il dato dirimente è costituito, in questo contesto, dalla valutazione della Suprema corte per cui il patto di prova è valido anche se la disciplina contrattuale collettiva riconduce alla qualifica di inquadramento richiamata ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?