Contenzioso e giurisprudenza

Jobs act, come cambiano le regole sui licenziamenti

di Giampiero Falasca

Per quali motivi è oggi possibile licenziare? Un lavoratore può essere licenziato per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, se compie mancanze che fanno venir meno la fiducia del datore di lavoro (licenziamento disciplinare ). Se invece il datore, pur non avendo addebiti specifici a carico del dipendente, ha una situazione di crisi oppure deve riorganizzare l’azienda, si può licenziare per giustificato motivo oggettivo (licenziamento economico, individuale o collettivo). Quali norme regolano attualmente ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?