Contenzioso e giurisprudenza

Repêchage solo per un posto fisso

di Aldo Bottini

L'obbligo di repêchage del lavoratore licenziato per giustificato motivo oggettivo non è violato per effetto di un'assunzione a termine operata un mese prima del licenziamento.Lo afferma il Tribunale di Roma in un'ordinanza del 27 ottobre 2014. Nel caso esaminato dal Tribunale, una lavoratrice era stata licenziata per soppressione della posizione lavorativa conseguente all'esternalizzazione del servizio svolto dall'ufficio nel quale era inserita. Quest'ultima decisione organizzativa, si osserva preliminarmente nell'ordinanza, costituisce una scelta insindacabile da parte del giudice, che deve limitarsi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?