Contenzioso e giurisprudenza

Revoca unilaterale del part-time, le esigenze del lavoratore messe in secondo piano

di Giuseppe Bulgarini D'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La legge italiana – così come la legge di ogni altro Stato membro dell'Unione europea – ben può prevedere una normativa in base a cui il datore di lavoro possa disporre la trasformazione di un contratto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno senza il consenso del lavoratore interessato. Così ha deciso la Corte di giustizia europea (Sentenza 15 ottobre 2014, Causa C-221/13 ) all'esito di una procedura di rinvio pregiudiziale avviata dal Tribunale di Trento nell'ambito di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?