Contenzioso e giurisprudenza

«Intermittente» a rischio se conta solo l'età anagrafica

di Donato Apollonio

È discriminatoria la disparità di trattamento dei lavoratori basata solo sul requisito dell'età se non è ragionevolmente giustificata da un legittimo obiettivo di favorire il loro inserimento nel mercato del lavoro. Sono queste le conclusioni cui è giunta la Corte d'appello di Milano (sentenza n. 406 depositata lo scorso 3 luglio 2014), che ha così riformato la precedente decisione del Tribunale. Questi, in sintesi, i fatti di causa. Un lavoratore di età inferiore a 24 anni era stato assunto ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?